Uno spazio di aiuto e di confronto e conforto, per tutte coloro che pensano di essere sole a combattere l'endometriosi. Ma non lo sono. Siamo tante, sosteniamoci, attraverso la condivisione delle nostre esperienze.
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Come lo spiega Assoendometriosi.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Madeleine
Admin


Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 10.03.15

MessaggioOggetto: Come lo spiega Assoendometriosi.it   Lun Mar 16, 2015 11:03 am



L'endometriosi è una malattia cronica che, nonostante sia definita come un problema ginecologico, non si limita all'area pelvica.
Nella sua espressione severa, può influire a tal punto sulla qualità di vita della donna da renderla a tutti gli effetti disabile.
Si parla di endometriosi quando tessuto simile all'endometrio (tessuto che riveste la superficie interna dell'utero), si trova al di fuori della cavità uterina in sedi anomale.

Il tessuto endometriosico può svilupparsi in piccole placche superficiali chiamate focolai o impianti endometriosici, in noduli penetranti o infine come invaginazioni sul tessuto ovarico dando origine a cisti endometriosiche anche dette endometriomi.
I focolai ectopici sono in grado di rispondere alle variazioni degli ormoni gonadici e vanno quindi incontro a microemmorragie cicliche.
La micromestruazione ectopica produce una risposta infiammatoria, determinando danneggiamento tissutale, formazione di aderenze e fibrosi tra gli organi contenuti nella pelvi.
Tale tessuto generalmente si va a localizzare:

-   nell'utero  (sotto la sierosa  che  lo ricopre, a  livello  del  collo  o del miometrio, in questo
   caso prende  il nome di adenomiosi o endometriosi interna).
-   nelle tube di Falloppio,
-   nel peritoneo (il rivestimento interno dell'addome),
-   nel setto retto-vaginale (l'area tra il retto e la vagina),
-   nel setto utero-vescicale (l'area tra l'utero e la vescica),
-   nelle radici nervose del nervo sciatico,
-   nel sigma,
-   nel basso  addome  come  nel  cavo   del   Douglas  (la  regione  più  bassa  della cavità
   peritoneale, posizionata dietro l'utero),
-   nell'intestino,
-   nella vescica ed uretere,
-   nelle ovaie.
    In questi casi si parla di endometriosi esterna pelvica.

-   nell'ombelico,
-   nell'appendice,
-   nella vulva,
-   nei polmoni,
-   nel diaframma,
-   nel fegato,
-   nella regione inguinale,
-   nelle cicatrici chirurgiche
-   talvolta anche negli atri.
   In questi casi si parla di endometriosi esterna (quando si trova in organi o tessuti al di
   fuori della pelvi).



Credits: http://www.assoendometriosi.it/?content=165
Tornare in alto Andare in basso
http://nonsiamosole.forumattivo.it
 
Come lo spiega Assoendometriosi.it
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il Dr.Filippo Murina, ginecologo, spiega in video cosa è la Vulvodinia, le Cause, le Cure • VULVODINIA.INFO

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Non siamo sole :: La malattia :: Cos'è e come si presenta l'Endometriosi-
Andare verso: